Numeri a perdere

La lunga teoria degli orrori nel mondo .Nuovi o antichi , narrati o nascosti , ricordati o dimenticati

Categoria:

Dettagli del libro

Autore

Riccardo Gavosio

Titolo

Numeri a perdere

Editore

Edizioni Arpeggio Libero

Pagine

144

Autore

Riccardo Gavosio

Riccardo Gavosio nasce a Torino nel 1959 dove tutt'ora risiede.
E' laureato in giurisprudenza .
Si afferma come animatore di blog e scrittore di racconti .
Con "propensione per le tempeste " e' stato finalista al Premio internazionale di narrativa " il Priore"

I numeri sono tanti. Troppi quando si parla di vittime. Decine, centinaia, migliaia, milioni. E ancora, ancora. Così tanti da perderne il conto e, troppo spesso, anche la memoria. Gavioso si incarica di dare (a volte di ri-dare) conoscenza e memoria a fatti ed accadimenti e, soprattutto, a vittime. Il suo è un interessante esperimento. Questo amalgamare articoli giornalistici con brevi racconti è un sistema per utilizzare insieme cronaca e letteratura, giornalismo e arte, resoconto e fantasia. Il tutto, per Gavioso, è posto al servizio della necessità di ricordare e alzare veli e sciogliere l’oblio. In questo quadro forte è la condanna dell’autore per quello che chiama “cattivo giornalismo”. Un giornalismo che informa male (o non lo fa addirittura) e spiega peggio. Una massa di “pennivendoli”, categoria particolarmente detestata dall’autore. E puntualmente Gavioso ricorda quasi pedantemente l’atteggiamento di omissione (omertà? ) che ilmondo dell’informazione ha assunto nei confronti delle singole tragedie narrate. L’operazione è ineccepibile, sincera, intellettualmente onesta. In questo senso il libro è estremamente innovativo e non è collocabile in alcun genere letterario convenzionale. Anche se, magari grossolanamente, può essere interpretato come un libro di attualità e di denuncia. Se ci limitiamo a questo il ruolo è decisamente ben svolto. Con una scelta dei fatti e misfatti che appare assolutamente congrua e mai banale.

Pietro Sesia
Gruppo di lettura