Amalia

Amalia, Mimì, Emma, Mimì.
Nonna, nipote, due vite, due cuori, un’anima sola e una vocazione artistica da condividere. E non solo.
Già perché tra l’una e l’altra, tra  un tempo non troppo lontano e l’oggi del racconto gli anni scompaiono, le emozioni si fondono così come segna, graffia, incide, quell’unico grande amore.
Amore che, per la prima sarà speranza, illusione in un mondo di guerra.
Tenacia di un sentimento che non passa, che imprigiona tutto il tempo di una vita.
Amore che, per la seconda, sarà rivelazione un giorno, quando avrà tra le mani quel quaderno conservato, amato, scritto e poi donato.
Un quaderno che Amalia ha scritto, conservato e poi donato alla nipote .
Un dono prezioso che non andava sprecato, andava posato tra quelle mani solo quando Emma fosse stata in grado di capire, con il cuore e la vita, il contenuto di quelle pagine.

Dettagli del libro

Titolo

Amalia

Autore

Giorgia Garberoglio

Editore

Feltrinelli

Pagine

80

Autore

Giorgia Garberoglio

Giorgia Garberoglio è giornalista.
Collabora con La Stampa e tiene su Leggo la rubrica settimanale Bookids con recensioni di libri per bambini e ragazzi.
Con Amalia ha vinto nel 2015 il concorso letterario YpsilonTellers

Non un attimo prima e non troppo tardi, perché poi forse non avrebbe potuto capire, cambiare.
La scrittura della Garberoglio è fresca, diretta, molto realistica.
Nelle pagine di questa breve opera non perde tempo, affronta temi focali già dalle prime righe.
Mette a nudo i personaggi, svela da subito luci ed ombre,esperienze di vita, lutti e amore.
Non divaga, non può, perché toglierebbe il giusto ritmo alla trama, afferra il lettore e lo cala nella vita istintuale di Amalia, nella disincantata infanzia di Emma e poi lo fa crescere con le protagoniste le cui vite parallele convergono in un’unica fondamentale esperienza.
Nella brevità tuttavia ricava momenti di tenerezza e cesella particolari che illuminano la storia.
Come i racconti della sera tra la nonna e la nipote, recettiva al fascino di quell’unicità.
Gli uomini, disegnati da pennellate precise, accompagnano, proteggono, feriscono, deludono, conquistano Amalia e poi Emma.
Ultima perla preziosa la condivisione del talento che unisce Amalia ed Emma, la prima attrice e modista  la seconda pittrice.
Perla che scoprirete leggendo perché dirvelo qui sarebbe rubarvi un’emozione.
Gabriella Bardaro
Una che legge